Whisky a Go Go, la prima discoteca americana

di
whisky-a-go-go

Nella notte di West Hollywood, le luci brillano intense fuori e dentro Whisky a Go Go: oggi c’è un concerto in quella che, storicamente, è considerata la prima vera discoteca americana.

Considerato uno dei luoghi più famosi per il rock and roll a stelle e strisce, il locale fu aperto per la prima volta l’11 gennaio 1964: prese il posto di una vecchia banca trasformata in un club di scarso successo chiamato the Party, da un ex poliziotto di Chicago, Elmer Valentine.

Il Whiskey a Go Go venne inaugurato da una live band guidata da Johnny Rivers e da una giovane e sexy dj che, in una gabbia sospesa sulla destra del palco, metteva i dischi e ammiccava.

Il pubblico, ammirando le grazie sospese della ragazza, pensò che la sua esibizione fosse parte dello spettacolo: così nacque l’idea di far esibire delle ballerine, dette Go-Go dancers, dentro delle gabbie sospese.

Rivers portò il locale al successo nazionale, registrando alcuni suoi dischi live proprio nel locale. I Miracles registrarono la canzone “Going to a Go-Go” nel 1966 (di cui fecero una cover i Rolling Stones nel 1982) e il franchising Whiskey a Go Go si diffuse in tutto il paese.

Nel 1966, la discoteca fu uno dei centri delle rivolte dei giovani contro la polizia a Sunset Strip. Il club fu attaccato ripetutamente dalla città di Los Angeles, che ordinò addirittura che il nome fosse cambiato, sostenendo che il nome “Whiskey” fosse di cattivo gusto.

Finita l’epoca del punk, dopo aver aperto le sue porte a una miriade di artisti, il Whisky a Go Go ha attraversato tempi difficili chiudendo nel 1982 per poi riaprire nel 1986 come “four-wall”, quattro mura che potevano essere affittate da promotori e gruppi.

L’interno è stato per lo più trasformato in uno spazio vuoto, anche se alcune parti sono rimaste fedeli all’originale, con meno spazio per il pubblico. Nonostante questo nuovo scenario più “povero”, un certo numero di gruppi hard rock e metal, tra cui Guns’N’Roses e Metallica, è diventato famoso negli anni ‘80.

Durante i primi anni ‘90, il locale ha ospitato molti musicisti di Seattle che in seguito furono soprannominati “i padrini del grunge”, tra cui Soundgarden, Nirvana, Mudhoney, The Melvins e 7 Year Bitch.

Oggi, dopo più di cinque decenni, il Whiskey Go Go è ancora una parte importantissima della storia del rock and roll lungo la Sunset Strip.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Whisky a Go Go, la prima discoteca americana"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...