Economia

Gli Stati Uniti hanno un sistema economico capitalista di tipo misto, con un grande contributo delle imprese private nelle decisioni microeconomiche, regolate però dalle scelte del governo. Caratterizzata da alta produttività, alimentata da abbondanti risorse naturali, e da una sviluppata rete di infrastrutture, secondo il Fondo Monetario Internazionale, l’economia degli Stati Uniti genera un PIL annuo di 14.300 miliardi di dollari, che costituisce il 23% del prodotto interno lordo mondiale ai prezzi di mercato, e quasi il 21% del prodotto mondiale lordo a parità di potere d’acquisto (PPA).

È la più grande economia statuale del pianeta in termini di PIL, solo il 4% in meno circa rispetto al PIL combinato di tutti i paesi dell’Unione europea a PPA generato nel 2007. Il PIL pro capite è l’ottavo in termini nominali e il quarto in termini di parità di potere d’acquisto.

Gli Stati Uniti sono il più grande importatore di merci e il terzo maggiore esportatore, anche se le esportazioni pro capite sono relativamente basse. Canada, Cina, Messico, Giappone e Germania sono i principali partner commerciali. Le principali merci di esportazione sono macchinari elettrici, mentre i veicoli costituiscono la principale voce delle importazioni.

Il settore privato costituisce la maggior parte dell’economia, mentre le attività governative partecipano al 12,4% del PIL. L’economia è prevalentemente postindustriale, con il settore dei servizi che contribuisce al 67,8% del PIL.

Il principale settore in termini di giro d’affari è quello del commercio all’ingrosso e al dettaglio; in termini di reddito netto è quello della finanza e assicurazioni. Gli Stati Uniti restano una potenza industriale, con produzioni nell’industria chimica e manifatturiera leader nei rispettivi settori.

Fonte: Wikipedia

I commenti all'articolo "Economia"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...