Ponte di San Francisco, il Golden Gate Bridge

di
Golden Gate, il ponte di San Francisco

Golden Gate, il ponte di San Francisco

Arco d’acciaio teso sull’oceano Pacifico, il ponte di San Francisco attraversa il cielo della California: lo sfregia col suo profilo rosso, e ne determina l’orizzonte. Nonostante gli anni, il Golden Gate Bridge è ancora oggi icona principe della sua città.

Era il 5 gennaio del 1933 quando, dopo estenuanti trattative, iniziarono i lavori sul progetto dell’ingegner Joseph Baermann Strauss. I primi disegni risalgono addirittura al 1927 ma non trovarono mai realizzazione per mancanza di fondi.

L’idea originale di Strauss era quella di costruire il ponte di San Francisco con una trave a mensola massiccia su ogni lato, entrambe connesse da un segmento centrale sospeso. Un’intuizione rivoluzionaria per l’epoca.

Le due torri del Ponte di San Francisco

Le due torri del Ponte di San Francisco

Il suo contributo alla realizzazione dell’opera fu enorme: la terminò nell’aprile del 1937 facendo risparmiare un milione di dollari sul preventivo. Ecco perché dal 1955 vicino al Golden Gate Bridge c’è una statua dedicata a lui.

Il ponte di San Francisco venne aperto ai pedoni il 27 maggio del 1937. A mezzogiorno del giorno dopo il presidente Franklin Delano Roosevelt, premendo un pulsante da Washington, diede il libero accesso anche ai veicoli.

E da allora il loro scorrere non si è praticamente più fermato. Se non in sole tre occasioni: nel 1951, nel 1982 e nel 1983 a causa del forte vento. Ogni giorno circa cento mila automezzi percorrono i 2737 metri di lunghezza del Golden Gate. Come ho fatto io oggi.

Quelli che superando lo stretto omonimo collegano la punta settentrionale della città con la parte meridionale della Contea di Marin. A tener lì il ponte di San Francisco, sospeso contro il cielo, sono le due torre enormi: 225 metri alzatisi dalle acque su cui scivolano le navi.

Dalla loro sommità, gli operai che fanno lavori di manutenzione vedono le sei corsie e un marciapiede per lato: è così che è diviso il Golden Gate Bridge, parte viaria sia della U.S. Route 101, sia della California State Route 1.

Sono questi uomini indomiti, discendenti di quelli che innalzarono il ponte di San Francisco che lo riverniciano affinché il suo acciaio teso sull’oceano Pacifico continui a brillare nel cielo della California.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Ponte di San Francisco, il Golden Gate Bridge"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...