Monte Rushmore, storia d’America

di
Il Monte Rushmore, Stati Uniti

Il Monte Rushmore, Stati Uniti

Sul monte Rushmore, è scolpita la storia degli Stati Uniti d’America: mentre alzo lo sguardo verso il massiccio delle Black Hills, i volti granito di George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln, guardano l’orizzonte.

Un orizzonte di cielo blu e spazi infiniti quello del Dakota del Sud – terra bellissima e sconfinata nelle alte pianure del Midwest, dove una volta i nativi della tribù dei Lakota cavalcavano liberi.

Conosciuti in modo dispregiativo come Sioux, è a loro che si deve il nome di questo stato – il quarantesimo dell’Unione. Oggi, l’area intorno al monte Rushmore è diventata una meta turistica grazie al monumento nazionale scolpito nella roccia del massiccio che ho davanti.

I nativi lo chiamavano I sei nonni ma i bianchi la ribattezzarono in onore dell’impresario Charles E. Rushmore. E sempre loro decisero che qui, in questa terra cara al popolo Lakota, dovesse sorgere un monumento.

Fu così che nel 1927, lo scultore Gutzon Borglum con il mastro carpentiere e principale scultore l’italiano naturalizzato statunitense Luigi Del Bianco, iniziarono a scolpire i volti di quattro famosi presidenti americani sul monte Rushmore.

Da sinistra a destra, scorgo così i lineamenti di Washington, Jefferson, Roosevelt e Lincoln: furono scelti come simboli della nascita, della crescita, dello sviluppo e della conservazione degli Usa.

In origine, per realizzare il progetto sul monte Rushmore, si iniziò verso sinistra per scolpire Thomas Jefferson. Purtroppo, circa due anni, il granito cominciò a sbriciolarsi sino a cedere completamente. Così Borglum fu costretto a finire da destra.

All’enorme scultura lavorarono oltre quattro cento operai. Poi, nel 1941, l’artista morì lasciando il monumento incompleto. A proseguire e terminare i lavori ci pensò il figlio, Lincoln.

In origine dovevano essere scolpiti quattro busti ma per mancanza denaro furono “incisi” soli i volti. L’opera, finita il 31 ottobre dello stesso anno, è alta venti metri. Oggi è il simbolo dei primi 150 anni della storia statunitense.

L’altra storia, quella dei Nativi americani trova posto e memoria non lontano da qui: sempre nello stato del Dakota del sud si sta costruendo il Crazy Horse Memorial, dedicato al grande capo Cavallo Pazzo.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Monte Rushmore, storia d’America"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...