Cable cars, i tram di San Francisco

di
Uno dei tram di San Francisco © Ronnie Macdonald

Uno dei tram di San Francisco © Ronnie Macdonald

Il roteare dell’acciaio sull’acciaio porta lento il tram di San Francisco in cima a Nob Hill. I freni stridono, la carrozza sobbalza e i passeggeri scendono ordinati all’ultima fermata: una delle zone residenziali più “in” della città californiana.

Succede così ogni giorno quando oltre sette milioni di turisti all’anno provano l’ebbrezza del ricordo in movimento, e vedono sfilare Frisco dalle cable cars che percorrono le tre delle 23 linee originarie rimaste.

La prima a vedere il primo tram di San Francisco correre sui suoi binari fu la Clay Street Hill Railroad, aperta il 2 agosto del 1873 ed entrata in funzione il 1° settembre. Ecco perché quest’anno si celebra il 135 anniversario della prima corsa. Il promotore dell’iniziativa fu Andrew Smith Hallidie, coadiuvato dall’ingegnere William Eppelsheimer.

Un tram di San Francisco e l'isola di Alcatraz all'orizzonte

Un tram di San Francisco e l’isola di Alcatraz all’orizzonte

Furono loro a inventare il sistema di trasporto a fune per vincere le ripide colline che delineano l’orizzonte della città statunitense, e permettere a passeggeri e merci di arrivare a destinazione.

Così vennero usate carrozze di aderenza agganciate con una pinza al cavo che scorre in un canale sotto il livello stradale. In questo modo i tram di San Francisco sono trainati sulle rotaie dalla fune.

Alle fermate e in discesa la vettura viene sganciata dal cavo, e i freni entrano in azione. La cosa curiosa è vedere il conduttore scendere al capolinea mentre, aiutato dai passeggeri divertiti, fa ruotare la carrozza su una piattaforma girevole per invertirne il senso di marcia.

È uno spettacolo cui si assiste lungo le tre linee rimaste di Union Square, Fisherman’s Wharf e California Street da dove si possono vedere la famosa isola di Alcatraz e lo spettacolare ponte del Golden Gate.

Una volta i tram di San Francisco correvano in lungo e in largo per la città. Poi l’introduzione della corrente elettrica e relativi costi dimezzati li mandarono in pensione. Almeno sino al 1984 quando con investimenti massicci vennero rimessi sulle strade per regalare ai turisti un’emozione unica: viaggiare nel tempo sull’icona e monumento nazionale di Frisco.

Le loro gesta e la loro storia sono custodite al Cable Car Museum all’angolo tra Mason Street e Washington Street: l’edificio in mattoni è sia museo, sia centrale operativa e di controllo delle tre linee.

I commenti all'articolo "Cable cars, i tram di San Francisco"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...