Yerba Buena, l’origine di San Francisco

di
Yerba Buena, San Francisco_Fotor

Yerba Buena era il nome originario della città di San Francisco. Furono gli Indiani d’America a stabilirsi per la prima volta in questo luogo e non per caso, Yerba Buena significa infatti “erba buona”. Questa pianta aromatica, tanto apprezzata dagli Indiani, cresceva nell’area dove oggi sorge la missione di San Francesco di Assisi o Mission Dolores, il nucleo originario della città di San Francisco.

Il nome Yerba Buena viene citato per la prima volta nel diario di George Vancouver, che nel 1792 attraccò con la sua nave, HMS Discovery, nella Baia di San Francisco «circa una lega sotto il presidio in un luogo che chiamano Yerba Buena». Il nome indicava poi l’agglomerato urbano situato all’estremità nord-orientale della penisola di San Francisco, tra il Presidio e la missione di San Francisco.

Nato originariamente come postazione commerciale per le navi che visitavano la Baia di San Francisco, l’insediamento riprese lo stile spagnolo e si estese intorno a una piazza che ancora oggi è conosciuta come Portsmouth Square.

La cittadina conservò il nome Yerba Buena sia quando faceva parte della provincia della California spagnola nel Vicereame della Nuova Spagna, sia quando, dopo la proclamazione dell’indipendenza del Messico dalla Spagna nel 1821, entrò a far parte dello Stato dell’Alta California.

Con la Guerra messicano-statunitense e il trattato di Guadalupe Hidalgo del 1848, la California divenne un territorio degli Stati Uniti d’America e la città prese definitivamente il nome di San Francisco.

I commenti all'articolo "Yerba Buena, l’origine di San Francisco"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...